Pasta con la zucca

La zucca è un ortaggio molto utilizzato in cucina, soprattutto nel periodo autunnale. Ha un sapore dolce e delicato, ed è un ingrediente che si presta bene a preparare vellutate, creme, e dolci. Quando Caterina ha cominciato lo svezzamento, la zucca è stata uno dei primi alimenti che le ho proposto. Infatti può essere usata già a partire dai 6 mesi. Ha una consistenza talmente piacevole, che senza alcun dubbio può essere offerta anche ai bimbi più grandi.

Ne ho sempre un pezzettino di scorta nel congelatore, ma adesso che finalmente è cominciata la stagione e non ho difficoltà a trovarla, penso che la comprerò e la mangeremo molto spesso. Solitamente la uso per condire la pasta o per fare un risotto, ma presto voglio cimentarmi in nuove ricette.

La zucca è un ortaggio poco calorico, infatti 100 g apportano 18 calorie. Uno dei suoi costituenti principali è l’acqua che rappresenta più del 90% in peso ed è molto ricca di elementi essenziali per la nutrizione. In particolare tra i sali minerali ci sono il fosforo (40 mg),  il calcio (20 mg) e il ferro (0,9 mg). Tra le vitamine ci sono quelle gruppo B come la tiamina (0,03 mg),  la riboflavina (0,02 mg) e la  niacina (0,5 mg),  la vitamina C (9 mg) e, dato il suo bellissimo colore arancione, non può mancare la  Vitamina A (599 µg).

GLI INGREDIENTI

LA PREPARAZIONE

  1. Taglia a cubetti la zucca, le patate e la carota e metti tutto in una pentola con l’acqua;
  2. Fai bollire per circa un’ora finché gli ortaggi non saranno morbidi;
  3. Assicurati di lasciate dell’acqua di cottura e riduci tutto in crema con un frullatore ad immersione;
  4. Aggiungi la pasta;
  5. Lascia raffreddare e servi al piccolo.

zucca tagliata a cubetti patate e carote tagliate a cubetti zucca patate e carote in pentola vellutata di zucca

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta, e non dimenticare che può essere proposta già a partire dai 6 mesi (senza pasta).

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *